Economia
Circolare

L’economia circolare interessa direttamente o indirettamente tutti e tre i pilastri della sostenibilità (economica, sociale, ambientale) ed è un pilastro fondante della politica di sviluppo sostenibile del Gruppo AFV Beltrame. L’economia circolare consente inoltre di mostrare un esempio reale e concreto di sostenibilità vera e integrata. La transizione da un modello di sviluppo lineare (prendi, trasforma, usa e getta) ad uno circolare (riduci, ottimizza, fai durare, riusa, ricicla) presuppone infatti una trasformazione del modo in cui funziona la nostra intera economia, coinvolgendo il nostro modo di progettare, produrre, lavorare consumare. Il ciclo produttivo realizzato nei siti dell’azienda, come in tutta l’industria siderurgica, costituisce già oggi un esempio virtuoso di “economia circolare” applicata con successo: tutti i prodotti in acciaio, da quelli con un ciclo di vita più breve (es: imballaggi) a quelli con vita intermedia (es: autoveicoli), a quelli più durevoli (es: prodotti da costruzione), raggiungono tassi di riciclo già oggi elevatissimi. Al riciclo dei prodotti in acciaio a fine vita va aggiunto quello degli scarti o cadute di lavorazione provenienti direttamente dai processi di produzione e trasformazione dell’acciaio che vengono immediatamente reimmesse in ciclo in quantitativi prossimi al 100%.