Piano di decarbonizzazione

Il piano di decarbonizzazione al 2030

Fornire ai clienti acciaio carbon neutral fa parte di un più ampio impegno da parte di AFV Beltrame Group per la riduzione delle emissioni e la maggiore sostenibilità ambientale delle attività. Per questo motivo, AFV Beltrame Group ha definito come cuore della propria strategia un piano di decarbonizzazione e una precisa roadmap per ridurre le proprie emissioni di CO2 al 2030.

La buona notizia è che il gruppo AFV Beltrame Group è già ben posizionato nel processo verso la decarbonizzazione. Infatti, le emissioni del gruppo sono più basse sia della media dei produttori di acciaio, sia considerando le emissioni medie dei laminati prodotti in Europa da Electric Arc Furnace, la stessa tecnologia di produzione di AFV Beltrame Group.

Emissioni medie di AFV Beltrame Group: Scope 1+2+3 (upstream) per acciaieria e laminatoio [tCO2/t di prodotto finito, 2021]

Confronto delle emissioni di AFV Beltrame Group con medie di settore. I dati si riferiscono alle emissioni di Scope 1+2+3 (upstream) di acciaieria e laminatoio [tCO2/t di prodotto finito, 2021]

1) Word Steel Association emissioni medie di CO2 di acciaieria (Scope 1,2,3) integrati con elaborazione dati da database esterno per le emissioni (Scope 1,2,3) di laminatoio; 2) Benchmark della Commissione Europea per acciaio prodotto da forno elettrico (valori ’21-’25 per Scope 1+2 di acciaieria) integrato con elaborazione dati da database esterno per il calcolo di Scope 3 di acciaieria e delle emissioni di Scope 1+2+3 di laminatoio; 3) Per l’indicatore di gruppo è stato usato l’approccio market-based per il calcolo di Scope 2

Nonostante il basso valore delle emissioni di CO2, AFV Beltrame Group ha la volontà di ridurre ulteriormente la propria impronta carbonica ed ha definito un target di riduzione delle emissioni di Scope 1 e 2 del 40%.

Target di riduzione di AFV Beltrame Group per le emissioni di Scope 1 e Scope 2 di acciaieria e laminatoio
[2015-2030; tCO2/ t prodotto finito]

Per ottenere questo risultato sono necessari numerosi sforzi e per questo AFV Beltrame Group ha definito una strategia di riduzione delle emissioni di CO2 che si basa su 4 driver: A) Efficienza produttiva, B) Azioni di economia circolare, C) Acquisto di energia rinnovabile, D) Soluzioni di riscaldo con idrogeno

Efficienza produttiva
A

progetti volti a migliorare  l’efficienza dei processi di produzione, quali ad esempio interventi di revamping dei forni di riscaldo e l’installazione di nuove macchine di saldatura

Pratiche di economia circolare
B

misure per migliorare la qualità del rottame e delle altre materie prime insieme a progetti volti a favorire il riutilizzo dei materiali utilizzati nel processo produttivo (es. utilizzo di prodotti riciclati in sostituzione al carbone)

Approvvigionamento di energia rinnovabile
C

progetti legati all’approvvigionamento di energia elettrica rinnovabile e allo sviluppo

Soluzioni ad idrogeno
D

progetti legati all’utilizzo dell’idrogeno, quali ad esempio l’utilizzo di un mix di idrogeno e gas naturale nei forni di riscaldo (a partire dal 2026)

Relativamente a Scope 3, AFV Beltrame Group ha completato la misurazione delle emissioni. I prossimi passi saranno quelli di

  1. ingaggiare i fornitori, soprattutto quelli legati alla logistica e supply chain, per creare consapevolezza sui temi di riduzione delle emissioni;
  2. identificare, insieme anche agli altri stakeholders all'interno della value chain, iniziative di riduzione;